A Bari grano canadese e turco per circa un milione di quintali nel silenzio di Coldiretti

Al porto di Bari sono arrivate nuove navi di grano duro canadese e turco. Coldiretti dov'è?? Si preoccupa solo del grano duro Cappelli? O di togliere tesserati alle altre organizzazioni sindacali, usando strumentalmente le concessioni in esclusiva date a SIS? Come al solito fa l' immacolata.

Dopo la sonora sanzione inflitta a SIS, società della galassia Coldiretti, il sindacato più grande d'Italia ha smesso di svolgere l' attività di controllo nei porti  pugliesi. Da un pò di tempo, infatti, la campagna non è più amica dei consumatori. Il messaggio di Coldiretti è quello di rassicurare sull' azzeramento dell' import di grano canadese al glifosate, diversamente da Granosalus che continua con i suoi modesti mezzi a tenere sempre alta l'attenzione.

Come mai questo silenzio da parte di Coldiretti? A fine ottobre sono arrivate al porto di Bari due navi gigantesche da 750 mila quintali, destinate ad AGRI VIESTI srl di Altamura e per le quali abbiamo proposto un’interrogazione al Sindaco di Bari per sapere se intendeva attivare i controlli sulla qualità del grano trasportato dagli autotreni circolanti sul territorio comunale. Ed un' interrogazione ai Ministri delle politiche agricole, alimentari e forestali e della salute.

In questi giorni c'è di nuovo traffico al porto di Bari.

Nel porto sono arrivate tre navi. Una quarta arriva domani e una quinta tra un paio di giorni dal' Ucraina.

Il nome della prima nave è “SU”, una General Cargo battente bandiera Barbados proveniente dal porto di SAMSUN in TURCHIA, IMO:  9116084, con un carico di quasi 80 mila quintali di grano duro destinato alla società MOLINO CASILLO di Corato. L’agenzia è Spamat.

Nave di grano turco al porto di Bari

Il nome della seconda nave è “TN SUNRISE”, una Bulk Carrier battente bandiera Isole Marshall, IMO:  9729348, proveniente dal porto di HEREKE in Turchia con un carico di quasi 190 mila quintali di grano duro destinato al gruppo GLENCORE AGRICOLTURE IT SPA. L’agenzia è la Agema.

Nave di grano turco al porto di Bari

Il nome della terza nave in porto è “MIEDWIE”, una Bulk Carrier, IMO:  9393448, battente bandiera Bahamas proveniente dal porto di MONTREAL in CANADA con un carico di quasi 200 mila quintali di grano duro destinato a Casillo Commodities

Nave di grano duro canadese al porto di Bari

Il nome della quarta nave in arrivo domani è “JAMNO”, una General Cargo battente bandiera Bahamas, IMO:  9767716, proveniente dal porto di SOREL in CANADA con un carico di quasi 320 mila quintali di grano duro destinato al gruppo AGRI VIESTI SRL di Altamura. L’agenzia è la Agama.

Si  parla di carichi complessivo di oltre 900 mila quintali di grano e la Coldiretti che fa? Nè si mobilita, né fa un comunicato, né invoca controlli.

SILENZIO ASSOLUTO!

E' l' Immacolata ! E bisogna rispettare gli accordi di filiera con Casillo... La salute degli italiani può attendere.

Solo qualche mese fa Coldiretti Puglia  sbandierava e asseriva:

"Rotta invertita", Vinta la “guerra del grano”, Azzerato l’import dal Canada.

3 comments

  1. Mi sento male a sentire queste dichiarazioni.
    È mai possibile che non si faccia qualcosa per gli agricoltori italiani?
    Il governo italiano non ha le…….per prendere provvedimenti seri verso queste persone che trasportano Quintali di grano avvelenato da pesticidi.
    Adesso basta. Protestiamo e non acquistate più il pane di Altamura e tutte le farine di quelle società.
    Ci rivolgiamo al ministro della agricoltura e al ministro della salute.
    Prendete provvedimenti!!!!!!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.