Sicurezza alimentare, GranoSalus: “Una priorità rispetto al bussiness”

Alla luce del perdurante traffico di grano straniero di dubbia qualità che continua ad invadere i nostri porti senza alcun controllo, la sicurezza alimentare ha un ruolo prioritario rispetto all’ economia oppure no? Sono questi gli interrogativi che l' Associazione Granosalus lancerà nell' evento di Scafati

Ne parleremo a Scafati (Sa) domani alle ore 16,30 nel Convegno promosso da GranoSalus e dall’ Associazione Sud e/è Civiltà presso la Sala comunale Scafati Solidale (Plaza) in via E.Berlinguer 6.

La nostra associazione, analizzando le più famose paste in commercio, ha trovato un cocktail di contaminanti che, sia pur entro i limiti di legge, potrebbero essere dannosi per la salute anche a bassi dosaggi.

In assenza di certezze scientifiche a riguardo, il diritto europeo ci offre la possibilità di attingere al principio di precauzione, che rappresenta un principio informatore della normativa comunitaria e internazionale, cui nessun operatore economico può sottrarsi in nome del dio profitto.

Il fattore qualità all’ origine, declinato sotto il profilo tossicologico, potrebbe diventare l’elemento differenziante delle produzioni agroalimentari del mezzogiorno a tutela della salute pubblica e dei bilanci sanitari dello Stato, molto più di una banale e confusa etichettatura d’origine, di cui si hanno solo annunci a mezzo stampa.

Per una vera sicurezza

La pasta, il pane e tutti i derivati del grano devono poter offrire ai consumatori nell’ etichetta i tenori di contaminanti affinchè, come accade per l’ acqua minerale, siano gli stessi consumatori a scegliere in maniera consapevole.

Il mezzogiorno agricolo, per tradizione e cultura millenaria, ha tutti i requisiti per produrre cibi sani anche se finora, la classe dirigente, non ha intrapreso nessuna azione di valorizzazione per far diventare questo grande giacimento d’oro la Ferrari dell’ economia del Sud.

 

 





Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.